Vai a sottomenu e altri contenuti

Le antiche cantine

Nelle case del centro storico si conservano le antiche cantine che hanno ospitato per secoli il miracolo della trasformazione dei grappoli piccoli e spargoli del cannonau antico in un vino corposo e caldo, intenso nei colori e nei profumi.

A lungo questi ambienti, di una architettura essenziale e povera in granito grezzo e malta d'argilla, arricchita in qualche caso dalle volte a vela di mattoni sardi, sono stati uno degli spazi fisici della socialità maschile, e, con la speciale mediazione del liquido esaltante e consolatorio, il luogo elettivo dell'immaginario espressivo della lingua nella simulazione teatrale della commedia paesana e nel registro formale cristallizzato dell'improvvisazione poetica, secondo il modulo importato dell'ottava logudorese.

Stranamente esclusa da questo ambiente invece la forma locale della struttura tutta sarda e di grande efficacia espressiva dei mutos e mutettus, che preferiva gli spazi aperti degli stradelli paesani e le serenate amorose.

By Gianclaudio Serra

torna all'inizio del contenuto
torna all'inizio del contenuto